Ricerche su letteratura libertina e letteratura clandestina nel Seicento. Atti del Convegno di studio di Genova (30 ottobre - 1 novembre 1980)

N. 496.1.19
Ricerche su letteratura libertina e letteratura clandestina nel Seicento. Atti del Convegno di studio di Genova (30 ottobre - 1 novembre 1980),
Firenze, La Nuova Italia Editrice, 1981
pp. XII-430

Abstract

Nei suoi sviluppi più recenti, la ricerca storiografica ha messo in luce l'articolazione e la complessità delle categorie, che presiedono al costituirsi del sapere moderno. All'idea di una ragione 'pura' e tutta risolta nella sua consistenza speculativa, è venuta sostituendosi una consapevolezza più larga e approfondita delle svariate connessioni che legano la riflessione filosofica agli altri ambiti e alle pratiche dell'esperienza culturale. L'immagine di un'unica 'svolta copernicana' si è così arricchita con il riferimento alle molteplici 'rivoluzioni' che hanno attraversato le vicende del nostro pensare. Studiare oggi il Cinquecento e il Seicento significa confrontarsi con questo insieme di problemi e di suggestioni: la collana, che raccoglie i risultati dell'attività promossa dal CSPF, riflette nelle sue distinte sezioni l'esigenza di intervenire sui punti nodali ove i percorsi delle filosofie e delle scienze si intrecciano con le ragioni della vita civile e con il complesso mondo delle credenze. Accanto agli studi monografici, la collana comprende una serie di volumi nella quale vengono presentate edizioni critiche di testi inediti o rari; un terzo settore, infine, è riservato a strumenti bibliografici di particolare interesse filosofico e scientifico. Dallo scavo di nuovi materiali, al reperimento di importanti fonti documentarie, alla ricostruzione di ambienti e figure rilevanti: sono queste le prospettive a cui si rivolgono le pubblicazioni dell'Istituto, nell'intento di contribuire agli orientamenti multidisciplinari della storiografia contemporanea.


Indice

  1. Elenco dei partecipanti
  2. Premessa
  3. Relazioni
    • Tullio Gregory, Il libertinismo della prima metà del Seicento: stato attuale degli studi e prospettive di ricerca
    • Gianni Paganini, La critica della 'civiltà' nel Theophrastus redivivus, I: natura e cultura
    • Guido Canziani, La critica della 'civiltà' nel Theophrastus redivivus, II: Ordine naturale e legalità civile
    • Ornella Pompeo Faracovi, L'antropologia della religione nel libertinismo francese del Seicento
    • Dino Pastine, L'immagine del libertino nell'apologetica cattolica del XVII secolo
  4. Interventi
    • Giorgio Spini, Ritratto del protestante come libertino
    • Cesare Vasoli, Gli enciclopedisti del Seicento e il libertinismo
    • Nicola Badaloni, Libertinismo e scienza negli anni di Galilei e Campanella
    • Germana Ernst, Campanella 'libertino'?
    • F.Walter Lupi, Teoria della ricerca ed eroismo libertino: il naturalismo di Juan Huarte e la dottrina della virtù nel libertinismo erudito
    • Vittor Ivo Comparato, La Mothe le Vayer dalla critica storica al pirronismo
    • Emanuele Kanceff, Libertinismo e libertà: il caso di Jean-Jacques Bouchard
    • Adriano Pessina, Virtù e storia nella riflessione politica di Gabriel Naudé
    • Jerome Vercruysse, Le Theophrastus redivivus au 18e siècle: mythe et réalité
    • Romeo Crippa, Malebranche e i libertini
    • Anna Maria Battista, Psicologia e politica nella cultura eterodossa francese del Seicento
    • Maria Teresa Marcialis, L'Ame matérielle tra libertinismo e clandestinità
    • Paolo Cristofolini, Discussione sui preadamiti e temi manichei nella letteratura filosofica tra Seicento e Settecento
    • Ugo Bonanate, Cultura classica e critica libertina in Inghilterra
    • Manlio Iofrida, La presenza della cultura libertina in Inghilterra alla fine del '600: Charles Blount, Thomas Burnet e William Coward
    • Gianfranco Cantelli, Tematiche libertine nell'opera apologetica di William Warburton
    • Giancarlo Carabelli, Libertinismo e deismo in Inghilterra: alcune considerazioni di metodo
  5. Indice dei nomi.