ISPF newsletter

warning: Creating default object from empty value in /home/cerino/public_html/sites/all/modules/i18n/i18ntaxonomy/i18ntaxonomy.pages.inc on line 34.

La meraviglia e la passione. Un secolo di scienze della natura nel Mezzogiorno

" align="RIGHT" hspace="10">N. 7
La meraviglia e la passione. Un secolo di scienze della natura nel Mezzogiorno, a cura di Maria Rosaria Ghiara
Roma, CNR Edizioni, 2015
pp. 172 - ISBN 9788880801252

Indice

La versione digitale del volume si trova qui:
Il volume cartaceo può essere acquisito da CNR Edizioni: 

 

 

 

 

Il progetto del Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche: La meraviglia e la passione. Un secolo di scienze della natura nel Mezzogiorno

Maria Rosaria Ghiara

 

15  L’immagine e la lama. Per una storia della visione tomologica

Matthias Bruhn

 

35  Il terremoto in Calabria del 1783 e la Reale Accademia delle scienze e belle lettere di Napoli

Antonio Borrelli

 

43  Il “Tempio di Serapide” a Pozzuoli: la storia delle interpretazioni e il suo uso pubblico nella didattica e nella divulgazione

Luca Ciancio

 

53  La nascita dell’informazione scientifica in Italia. L’eredità  delle prime riviste

Enrica Battifoglia

 

63  Il Poliorama Pittoresco: un caso di divulgazione scientifica ante litteram nella stampa periodica del Regno delle Due Sicilie

Romualdo Gianoli

 

85  Tra passato e futuro. Prospettive e potenzialità delle collezioni scientifiche universitarie europee

Sofia Talas

 

95  Vecchie e nuove funzioni della storia della scienza

Silvia Caianiello

 

109  Una storia della mineralogia

Massimo Umberto Tomalino

 

121  Giasone e Vulcano. Il primo decennio del Real Museo Mineralogico tra ricerca scientifica e promozione dell’attività  mineraria

Maria Toscano

 

145  Il Real Museo Mineralogico tra storia e scienza. Un laboratorio culturale al servizio del territorio

Carmela Petti

 

161  Abstracts

177  Indice dei nomi
 


Abstract

Il volume riporta gli Atti del congresso “La Meraviglia e la Passione: 1760-1860, un secolo di Scienze della Natura nel Mezzogiorno”, organizzato a Napoli il 16-17 ottobre 2014, a conclusione dell'omonimo progetto finanziato dal MIUR Legge 6/2000 annualità  2012. Il congresso ha rappresentato un momento di riflessione condiviso con esperti di discipline naturalistiche, storiche, di storia della scienza, museologia, comunicazione e didattica museale.
La meraviglia suscitata dagli aascinanti fenomeni della natura negli antichi viaggiatori, turisti, artisti, letterati e scienziati del Grand Tour, e la passione che ha arricchito nei secoli, attraverso i progressi del metodo scientifico e i costanti scambi internazionali, il patrimonio della scienza napoletana nell’epoca  preunitaria – sono i punti di partenza di una ampia riessione interdisciplinare sulla storia culturale e scientifica e sulle caratteristiche del territorio di riferimento dei musei universitari oggi raccolti nel Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche dell’Università di Napoli “Federico II”: una riflessione storica, ma densa di implicazioni per la missione attuale dei musei scientifici.


Contributi di:
Enrica  Battifoglia,  Antonio  Borrelli,  Matthias  Bruhn,  Silvia  Caianiello,  Luca Ciancio, Maria Rosaria Ghiara, Romualdo Gianoli, Carmela Petti, Sofia Talas, Massimo Umberto Tomalino, Maria Toscano

La curatrice, Maria Rosaria  Ghiara, è  professore  ordinario  di  Mineralogia  presso l’Università di Napoli Federico II. Dal 1992 è Direttore scientifico del “Real Museo Mineralogico” e dal 2002 è Direttore del “Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche” della Federico II e delegata del Rettore al Sistema museale di Ateneo. In questa veste è impegnata nella ricerca sulla comunicazione museale e sul ruolo dei musei nella divulgazione scientica promuovendo corsi di formazione per operatori museali e organizzando numerosi eventi, mostre e congressi nazionali ed internazionali.


22 ottobre 2015 - Giulio Goria, Il fenomeno e il rimando. Sul fondamento kantiano della finitezza della ragione umana

Giovedì 22 ottobre 2015 ore 10.30
Biblioteca dell’Istituto per la Storia del Pensiero Filosofico e Scientifico Moderno
Napoli, via Porta di Massa, 1 (scala A, III piano)

Presentazione del volume

17-18 ottobre 2015 - Abitare la frontiera dei linguaggi

Teatro dell’Accademia di Belle Arti di Napoli
Via Bellini, 36 – Via Costantinopoli, 107/a
17 – 18 ottobre 2015 /16.30-20.00

Abitare la frontiera dei linguaggi
La filosofia e le arti I e II

Contributi per una riflessione performativa
sul rapporto fra la filosofia e le arti

27 ottobre 2015 - Roberto Mazzola Giancarlo Stile, Itinerari Post-Umani.

Istituto per la Storia del Pensiero Filosofico e Scientifico Moderno (Ispf)
Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr)
Via Porta di Massa, 1 – 80133 Napoli
Scala A – Terzo piano

 

Seminari filosofici Ispf-Cnr 2015
Responsabile scientifico
Dott. Rosario Diana
Direzione dei seminari Prof. Manuela Sanna

 

27 ottobre 2015 - Roberto Marchesini, Dialogo ergo sum. Da un’ontologia riflessiva a un’ontologia relazionale.

Osservatorio sui saperi umanistici

 

Istituto per la Storia del Pensiero Filosofico
e Scientifico Moderno ISPF-CNR
Napoli, via Porta di Massa 1 – Scala A, III piano

Biblioteca dell’Istituto
Martedì 27 ottobre
ore 10.30

 

8 ottobre 2015 - presentazione del volume "Storia degli ebrei nell’Italia moderna. Dal Rinascimento alla Restaurazione", Marina Caffiero

Giovedì 8 ottobre 2015 ore 15.00
Biblioteca dell’Istituto – Napoli, via Porta di Massa, 1 (scala A, III piano)

 

Presentazione del volume

 

2 ottobre 2015 -Spinoza la radicalità della natura

Istituto per la Storia del Pensiero Filosofico e Scientifico Moderno
Via Porta di Massa, 1 – III piano Scala A
Napoli, 2 ottobre 2015

 

Spinoza la radicalità della natura

 

PROGRAMMA CONVEGNO

24-25 settembre 2015 - Vico, la modernità e la storia

Seminario di Filosofia
Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere
Università di Pisa
ISPF - CNR

24 e 25 settembre 2015 – Aula Barone – via Paoli 15, Pisa

Vico, la modernità e la storia

15 giugno 2015 - presentazione del volume "Il fenomeno e il rimando. Sul fondamento kantiano della finitezza della ragione umana", Giulio Goria

Lunedì 15 giugno 2015 ore 10.00
Biblioteca dell’Istituto – Napoli, via Porta di Massa, 1 (scala A, III piano)

 

Presentazione del volume

 

Giosué Sangiovanni, Diari (1800-1808)

" align="RIGHT" hspace="10">N. 2
Giosué Sangiovanni, Diari (1800-1808), a cura di Vittorio Martucci
Napoli, ISPF Lab, 2014
pp. 336

Abstract

Come tanti giovani medici napoletani, Giosuè Sangiovanni (1776-1849) venne coinvolto nella rivoluzione del 1799 prestando servizio nella Guardia della Repubblica, il cui tragico epilogo segnerà il suo destino di esule e di scienziato. Di questa esperienza Sangiovanni conserva traccia nei suoi Diari (1800-1808), finora inediti, dove annota in modo veloce e a volte sincopato la cronaca delle sue peregrinazioni tra Italia, Francia, Svizzera, Tirolo, Piemonte. Nei Diari non ritroviamo soltanto i luoghi, gli incontri, i piccoli fatti e le peripezie della vita quotidiana, registrati quasi a costruire l'ossatura della possibile autobiografia di un esule napoletano. Più ancora, ritroviamo il racconto di un viaggio di formazione. A Parigi, attraverso il contatto con i più noti naturalisti dell'epoca - da Cuvier a Lamarck, da Saint-Hilaire a Lacépède -, l'allievo di Domenico Cirillo raggiunge la propria maturità scientifica e il riconoscimento accademico. I Diari si concludono con il ritorno definitivo a Napoli dove, nel 1808, Sangiovanni, ormai sostenitore convinto della teoria evolutiva di Lamarck, è nominato professore della prima cattedra di Anatomia comparata in Italia.

 

 

Giosuè Sangiovanni (1776-1849), as many young neapolitan physicians, was involved in the 1799 Neapolitan Revolution, where he acted as a member of the Republican Ward. The tragic outcome of this political experience will force him into exhile and mark therefore his own destiny as a scientist. His yet unpublilshed Journal (1800-1808) is a chronicle - made up of rash and often syncopated remarks - of his wandering across Italy, France and Switzerland. The places, the people he met, the small facts and adventures, are recorded as if in view of an eventual autobiography. Even more, it is a tale of an educational journey. In Paris, in touch with the most famous naturalists of the time - from Cuvier to Lamarck, from Saint-Hilare to Lacépède - , the pupil of Domenico Cirillo attained maturity and academic recognition. The Journal ends with his definitive return to Naples, where Sangiovanni, by now a convinced supporter of Lamarck's evolutionary theory, is appointed, in 1808, professor of the first Chair of Comparative Anatomy in Italy. 

 

leggi in rete

scarica il PDF
scarica l'EPub


Syndicate content