2010. Le scienze a Napoli tra Sette e Ottocento

Istituto per la Storia del Pensiero Filosofico e Scientifico Moderno (C.N.R.)
Dipartimento di Filosofia "A. Aliotta"
Dipartimento di Matematica e Applicazioni "R. Caccioppoli"
Università di Napoli "Federico II"

III Giornata di Studio

Le scienze a Napoli tra Sette e Ottocento


Lunedi 14 giugno 2010
presso la Biblioteca del Centro di Studi Vichiani
Napoli, via Porta di Massa 1 - scala A, III piano

Icona

Ore 9, 00

Saluti

Fabrizio Lomonaco
Direttore del Dipartimento di Filosofia "A. Aliotta" Università degli Studi di Napoli "Federico II"

Presiede

Girolamo Imbruglia

Relazioni

Emilia Florio
“Physica experimentalis sive scientia naturae” di P. Simpliciano da Napoli (1764): specificità, contesto storico e culturale

Luca Ciancio
Nascita di un oggetto scientifico: Il “Tempio di Serapide” dallo scavo del sito alla sua “inventio” (1750-1768)

Alessandro Ottaviani
Gaetano D'Ancora fra filologia, antiquaria e storia naturale

Monica Riccio
Il terremoto calabro-messinese del 1783 e le «rivoluzioni della natura»

Ore 15, 00

Presiede

Roberto Mazzola

Relazioni

Maurizio Torrini
Francesco Colangelo: la scienza come apologia.

Massimo Mazzotti
Pensiero conservatore e scienze moderne a Napoli (1780-1830)

Antonio Borrelli
I galatei medici a Napoli tra Sette e Ottocento

Mariolina Rascaglia
Filosofia e scienza in età napoleonica: la lezione degli “idéologues”

Ore 18, 00

Dibattito

La frequenza delle attività – regolarmente attestata su richiesta – potrà comportare per gli studenti dei Corsi di laurea triennali, specialistici e magistrali, i cui Presidenti vorranno accreditare le iniziative, il riconoscimento di 1 CFU per le «ulteriori attività formative» (D.M. 22 ottobre 2004, n. 270, art 10, comma 5, lettera d).

Scarica il programma del convegno in formato Acrobat Reader