Storia e filosofia della scienza: tradizioni storiografiche e prospettive epistemologiche

Storia e filosofia della scienza:
tradizioni storiografiche e prospettive epistemologiche

 

a cura del Centro Internazionale Insubrico «Carlo Cattaneo» e «Giulio Preti» (Università dell’Insubria)
e dell’Istituto per la storia del pensiero filosofico e scientifico moderno (Consiglio Nazionale delle Ricerche)

 

Ciclo di Conferenze online

Progetto scientifico

Scienza e filosofia hanno un legame strettissimo, e il terreno comune sul quale entrambe si dispiegano e trovano la loro contestualizzazione è quello della storia. La prospettiva storica, infatti, interagisce con la consapevolezza teorica della scienza e della filosofia e può essere considerata parte integrante di queste discipline. L’associazione tra storia della scienza e filosofia della scienza non sminuisce quindi in alcun modo l’autonomia di questi due campi disciplinari, ma riflette la consapevolezza sempre più condivisa – almeno a partire da Thomas Kuhn – dell’inscindibilità delle due imprese, pur nell’ampia diversità di prospettive teoriche e metodologiche che definiscono la configurazione della loro interdipendenza.

L’affinarsi degli strumenti storici, dall’esercizio dell’analisi filologica delle fonti alla storia sociale e alla sociologia della scienza e della tecnologia, al ruolo della pratica scientifica e al suo rapporto sempre più complesso con la teoria, alle mai estinte tensioni epistemologiche tra riduzionismi e pluralismi, diversità e strategie di unificazione dell’approccio delle diverse scienze, hanno sì introdotto un enorme arricchimento; ma anche nuove e, spesso, estreme polarizzazioni.

A fronte del fenomeno globale della perdita di fiducia nella scienza e della sistematica delegittimazione dei saperi esperti, il dialogo tra questi approcci diversi è oggi più che mai necessario: non per difendere immagini ormai datate di una scienza infallibile e impersonale, ma per costruire un nuovo modello d’interazione virtuosa tra l’incertezza costitutiva della scienza e i bisogni della società.

Il ciclo di incontri si propone due obiettivi congiunti. Il primo è di mettere a confronto alcune distinte e autorevoli tradizioni e metodi di ricerca nella storia e filosofia della scienza, attraverso il dialogo tra approcci diversi illustrati da 3 studiosi per ogni incontro. Il secondo è di costruire attraverso questi incontri una risorsa informativa e didattica rappresentativa dello stato dell’arte della storia e filosofia della scienza contemporanee, da condividere pubblicamente e rendere disponibile all’uso degli studiosi, ma anche delle scuole e del pubblico interessato. L’esercizio dialettico insito nel dialogo si presenta dunque come parte integrante dell’intento partecipativo del progetto.

Gli atti dei seminari saranno editi in un volume e i seminari avranno cadenza periodica, a partire dall’autunno del 2021.

  Per informazioni : dario.generali@ispf.cnr.it

 

History and Philosophy of Science :
historiographical traditions and epistemological perspectives

 

jointly organized by the Centro Internazionale Insubrico «Carlo Cattaneo» and «Giulio Preti» (University of Insubria)
and the Institute for the History of Philosophy and Science in Modern Age (National Research Council, CNR, Italy)

 

Online Conference Series

Scientific project

Science and philosophy are closely linked fields, and the common ground on which both are deployed and contextualized is that of history. In fact, the historical perspective in­teracts with the theoretical aware­ness of science and philosophy, and can be considered as an essential part of these disciplines. The relation between the history and the philoso­phy of science, therefore, does not affect their reciprocal autonomy: ra­ther, it reveals – in accordance with Thomas Kuhn’s teachings – the in­creasingly shared awareness that these disciplines are inseparable, in spite of their theoretical and method­ological differences.

Undoubtedly, the refinement of his­torical methods in the past decades has contributed immensely to the advancement of knowledge (just think of philological analysis, or the social history and sociology of sci­ence and technology; or consider the re-evalutation of the role played by scientific practices and their in­creasingly complex relationship with theoretical models; or the tor­mented, though fertile, epistemolog­ical tension between reductionist and pluralistic approaches). How­ever, this very refinement has also caused frequent – often, extreme – polarization among different stances.

Given the deterioration of public trust in science and the grow­ing delegitimization of scientific ex­pertise which has been triggered by the recent pandemic, interdiscipli­nary dialogue is now more neces­sary than ever: this action is needed not to defend the outdated idea of an infallible and impersonal science, but to foster positive interaction be­tween the “inherent uncertainty” of science and the needs and expecta­tions of society.

This conference series has two re­lated aims: 1) to compare different and well-established traditions in the history and philosophy of science, and 2) to develop an informational and educational resource on the state-of-the-art of the history and philosophy of science, a resource to be shared and made available to scholars, students, and the general public. In order to encourage dia­logue and active participation from the audience, at each meeting three guests focusing on a common sub­ject will present and discuss their dif­ferent approaches.

The meetings will start in Fall 2021 and will take place on a regular ba­sis, and a publication of the proceed­ings will follow.

contact : dario.generali@ispf.cnr.it