Roberto Evangelista

Email: roberto.evangelista@ispf.cnr.it
Telefono: 081.25.35.500
Sede di: Napoli

Ricercatore

Visualizza l’elenco delle pubblicazioni su CNR Explora

Roberto Evangelista è ricercatore presso l’ISPF – CNR. Fa parte della redazione delle riviste “Bollettino del Centro di studi vichiani”, e “Laboratorio dell’ISPF”, e della collana “I Quaderni del Lab”. Co-dirige, insieme a Manuela Sanna e Alessia Scognamiglio, la collana “Cultura meridionale”, ed è socio fondatore e membro del comitato scientifico della societas spinozana. È referente di istituto della rete CREO – CNR (Campania REsearch Outreach), e membro dell’unità di ricerca ISPF per il progetto PON “IDEHA. Innovazioni per l’elaborazione dei dati nel settore del patrimonio culturale” ed ha curato la messa in rete, per il “Portale Vico” di alcuni materiali vichiani. Ha pubblicato, nel 2016, un volume per la collana “Scoprire la filosofia” dal titolo Vico. Perché l’uomo non è un animale (Hachette, 2016), ha curato l’opera di Tommaso Rossi Della mente sovrana del mondo (I Quaderni del Lab, ISPF-CNR 2014), e ha pubblicato una monografia del titolo Il bagaglio politico degli individui. La dinamica consuetudinaria nella riflessione politica di Spinoza, (Mimesis, 2010). Ha scritto diversi saggi su Spinoza e Vico e su Ernesto De Martino.

 

Aree di ricerca:
Roberto Evangelista si occupa di storia della filosofia moderna, con un particolare riguardo alla filosofia politica e alla storia del pensiero politico. I principali autori di riferimento sono Spinoza, Locke e Vico. Tra i temi trattati nella sua attività di ricerca figurano principalmente il ripensamento moderno del rapporto tra immaginazione e razionalità, e lo sviluppo e la diffusione delle idee materialiste durante il XVII e XVIII secolo e la loro ricaduta sullo sviluppo del concetto di ideologia. Roberto Evangelista si è occupato, inoltre, della figura di Ernesto De Martino, concentrandosi principalmente sul valore filosofico della sua riflessione e sul tema della cultura popolare subalterna e del sottosviluppo.